Chiesa di Santa Maria della Misericordia

Tipo
Chiesa
Nazione
Italia
Regione
Abruzzo
Provincia
L'Aquila
Comune
L'Aquila

Descrizione

La chiesa, voluta e realizzata dai cittadini che contribuirono a proprie spese alla sua edificazione, rappresento un punto focale per lo sviluppo urbanistico del settore settendrionale della città. La sua edificazione iniziò l’8 luglio del 1528, proprio mentre L’Aquila viveva la tragedia laurichenecca e il successivo infeudamento. La copertura fu ultimata il 2 novembre 1531. La chiesa, che faceva parte di un Conservatorio per orfane oggi chiuso, conserva all’esterno l’impianto originale cinquecentesco. Il prospetto principale, caratterizzato da un frontone triangolare classico su due tradizionali ordini aquilani, fu quasi certamente eretto contemporaneamente all’edificio. Su di esso si aprono il portale, forse uno dei primi esempi del tipo classico con vano rettangolare a timpano; e il rosone, ad orno foglie appiattite ed ovali. Alla chiesa si accede anche attraverso un portale laterale, il cui timpano è arricchito da figure che appartenevano alla chiesa di S. Giovanni da Lucoli, andata parzialmente distrutta. Nella lunetta vi è un dipinto, datato 1545, attribuito a Francesco da Montereale. All’interno è un rifacimento barocco: un’unica navata coperta a volta con aperture a nicchia che costituiscono le cappelle laterali. La zona presbiteriale, è segnata da un’arcata trionfale, sormontata da un tamburo ellittico i cui pennacchi sostengono una piccola cupola.