Chiesa di Santa Maria di Roio

Tipo
Chiesa
Nazione
Italia
Regione
Abruzzo
Provincia
L'Aquila
Comune
L'Aquila

Descrizione

Edificata nel 1322 dagli abitanti del locale di Roio Colle, la chiesa subì notevoli danni a causa dei terremoti del 1461 e del 1462 e fu distrutta da quello del 1703. Secondo quanto riportano i testi più antichi, la chiesa doveva essere dotata di ben 12 altari, ma nella riedificazione assunse dimensioni minori, anche se resti della costruzione primitiva sono individuabili nella base della torre campanaria, andata distrutta, nell’abside semiesagonale, nell’altare della famigli Colantoni e nella facciata. La facciata, suddivisa da paraste in tre bande verticali, rappresenta uno dei fronti più discussi e particolari; nella zona centrale si aprono il portale principale e un grande rosone. Il portale, fiancheggiato da stipiti che sorreggono mensole sagomate, è sormontato da una lunetta con cornice priva di raccordi verticali arricchita da un bassorilievo con la Vergine e il Bambino tra S. Pietro Celestino e S. Pietro Apostolo. Il rosone, la cui collocazione è oggetto di discussione poiché le sue dimensioni non sono rapportabili con lo spazio in cui è inserito, a fatto supporre a molti studiosi che esso appartenesse ad un altro edificio. L’interno ad unica aula è un rifacimento settecentesco, un arco a tutto sesto delimita la zona presbiteriale sovrastata da cupola.