Chiesa di San Francesco a Piazza Palazzo (oggi diruta)

Tipo
Chiesa
Nazione
Italia
Regione
Abruzzo
Provincia
L'Aquila
Comune
L'Aquila

Descrizione

La chiesa, costruita nella seconda metà del XIII sec. , subì notevoli danni durante il terremoto del 1315. La riedificazione trasformò in forme gotiche il suo impianto, nonché le sue dimensioni. Le pietre bianche e rosa che rivestivano la sua facciata furono utilizzate nel 1881 per la costruzione della fontana del Tritone a Piazza Regina Margherita a L’Aquila. Dopo il terremoto del 1646 la chiesa fu ricostruita in veste barocca, ma il sisma del 1703 la distrusse completamente. In stile neoclassico fu l’edificio che venne innalzato sulle rovine della chiesa, che fin dal XIV sec. fu prescelta dalla nobiltà aquilana per la sepoltura dei loro defunti. La chiesa faceva parte di un complesso monastico nel quale vissero S. Giovanni da Capestrano, S. Giacomo della Marca e S. Bernardino da Siena, che fu sepolto nella chiesa di S. Francesco da Palazzo prima di essere trasferito nella Basilica a lui dedicata. Il convento fu soppresso a seguito della legge di Gioacchino Murat del 7 agosto 1809, mentre la chiesa fu abbattuta nel 1880 per far posto agli attuali portici. Dell’edificio rimane soltanto il campanile.