Convento di San Giuliano

Tipo
Convento
Nazione
Italia
Regione
Abruzzo
Provincia
L'Aquila
Comune
L'Aquila

Descrizione

Il 21 gennaio 1257 i Francescani si stabilirono a L'Aquila nel Convento di S.Francesco a Palazzo, dove a seguito della riforma detta "Osservanza" i religiosi si divisero nelle due correnti dei conventuali e dei riformati. Dagli studi effettuati questa riforma dell'ordine francescano si è sottolineato il ruolo fondamentale della città di L'Aquila nel XV sec, determinato anche dalla contemporanea presenza in loco di figure quali S.Giovanni da Capestrano, S.Giacomo della Marca e S.Bernardino da Siena. Il Beato Giovanni da Stroncone, al secolo Nuccio della Fonte, decise di erigere per i soli minori osservanti un ritiro e nel 1416 vennero edificati la chiesetta ed il convento di S.Giuliano, così chiamato per una preesistente edicoletta che sorgeva in quel luogo. raffiguante il Santo nella boscaglia del castello di Santanza.Il piccolo convento è ancora visibile e risulta inglobato nell'ala nord della fabbrica successiva, mentre la chiesetta affianco alla quale fu edificato il convento e che fu usata dai monaci fino al 1500 non se ne conosce più l'esatta ubicazione. Nel 1593 il convento fu lasciato ai riformati francescani. Il 16 ottobre 1798 a causa dell'invasione francese la chiesa ed il convento furono saccheggiati e spogliati degli arredi e degli oggetti d'arte. Dopo la soppressione dell'ordine nel 1865 il complesso rimase inutilizzato fino al 26 novembre 1878, quando fu riutilizzato e divenne luogo di studi. Ancora oggi è ritenuto uno dei luoghi francescani più importanti della regione, mettendo a disposizione una vasta biblioteca di 20.000 volumi.