Madonna adorante (in origine con il Bambino)

Madonna (in origine con il Bambino)
Appartenenza oggetto
Proprio
Categoria
Scultura
Nazione, Regione, Provincia
Italia
Citt�
L'Aquila
Luogo di conservazione
Museo Nazionale d'Abruzzo
Luogo di collocazione
Arte Sacra
Materia e tecnica
Terracotta policroma
Datazione
Fine XV - inizio XVI secolo
Provenienza
Spoltore (PE) - Chiesa Parrocchiale di San Panfilo
Dimensioni
h. 91 cm
Diritti oggetto digitale
BSAE AQ

Descrizione breve

La Madonna è raffigurata seduta, nell'atto di adorare il Bambino, oggi perduto, probabilmente adagiato sulle ginocchia della madre. Il mantello descrive ampie pieghe, la veste, stretta in vita, ha una scollatura rettangolare, sul petto la Vergine ha una collana.

Collocazione attuale: Musè -  Celano – Paludi (AQ)

Bibliografia

Archivio storico Soprintendenza B. S. A. E. per l’Abruzzo - L’Aquila, Scheda OA redatta da F. Verlengia, 1935
M. CHINI, Silvestro aquilano e l'arte in Aquila nella seconda metà del secolo XV, L'Aquila 1954
AA.VV. , Guida dell'Abruzzo e del Molise, T. C. I., Milano 1979
M. MORETTI, Museo Nazionale d'Abruzzo nel Castello cinquecentesco dell'Aquila, L'Aquila 1968, p. 141
M. MORETTI, Guida al Castello cinquecentesco e al Museo Nazionale d'Abruzzo in L'Aquila, L'Aquila 1971, p. 134
R. CIGLIA, Pescara è bella con la sua provincia,Pescara 1981
R. CANNATA’, Francesco da Montereale e la pittura a L’Aquila dalla fine del ‘400 alla prima metà del ‘500. Una proposta per il recupero e la conservazione, in “Storia dell’arte, 1981, n.41
Archivio Catalogo Soprintendenza B. S. A. E. dell’Abruzzo, Scheda OA redatta da P. Santamaria, 1985
M. FERRETTI, Silvestro dell’Aquila: Madonna col Bambino, in “Da Biduina ad Algardi: pittura e scultura a confronto, catalogo a cura di G. Romano, Antichi Maestri Pittori, Torino 1990
C. TROPEA, Madonna adorante. Già Chiesa di S. Panfilo. Spoltore in D. A. T. V, Carsa edizioni, 2001, pagg. 372-373
M. D’OVIDIO – A .CAMPANELLI, Scheda in “Terra madre Abruzzo”, 2009, pag.25
L. ARBACE, I volti dell’anima. Saturnino Gatti, De Siena editore, 2012, pag. 93

Commenti

Moretti ha datato questa scultura alla fine del XV secolo, notando il rapporto con il gruppo di Madonne della cerchia di Silvestro dell'Aquila (1968).