L'Annunziata

L'Annunziata
Appartenenza oggetto
Proprio
Categoria
Dipinto
Nazione, Regione, Provincia
Italia
Citt�
L'Aquila
Luogo di conservazione
Museo Nazionale d'Abruzzo
Luogo di collocazione
Arte Sacra
Materia e tecnica
Olio su tela
Autore
Cardone Giovanni Paolo (documentato dal 1569 al 1586)
Datazione
1574
Provenienza
L'Aquila - Chiesa di San Silvestro
Dimensioni
h. 330 cm, largh. 145 cm
Diritti oggetto digitale
PSAE AQ

Descrizione breve

La Madonna siede davanti al leggio con un libro in mano, sotto un'ampia tenda verde sostenuta da un cherubino.

L'opera è attualmente presso l'Abbazia di Santo Spirito al Morrone, località Badia, Sulmona (AQ)

Restauro: programmazione ordinaria MIBAC anno 2011 
Ditta esecutrice: U. Maggio - Napoli

Bibliografia

A. LEOSINI, Monumenti storici artistici della città di L'Aquila, L'Aquila 1848, pagg. 47- 48, nota 1

T. BONANNI, Guida storica dell'Aquila e suoi contorni, L'Aquila 1874, pag. 43

V. BINDI, Artisti abruzzesi. Pittori scultori architetti maestri di musica fonditori cesellatori figuli, dagli antichi ai moderni. Notizie e documenti, Napoli 1883, pag. 91

L. RIVERA, Raffaello e varie memorie attinenti all'Abruzzo e a Roma, in "Bullettino della Regia Deputazione di Storia Patria", XI - XIII, 1920 - 22, pagg. 318 – 319

M.R. GABRIELLI, Inventario degli oggetti d'arte in Italia, IV, provincia di Aquila, Roma 1934, pag. 16

M. MORETTI, Museo Nazionale d'Abruzzo nel Castello Cinquecentesco dell'Aquila, L'Aquila 1968, pag. 148

M. MORETTI, Guida al Castello Cinquecentesco e al Museo Nazionale d'Abruzzo in L'Aquila, L'Aquila 1971, pag. 60

R. CANNATA', Un'"Annunciazione" giovanile di Giuseppe Valeriano, in "Ricerche di Storia dell'Arte", 10, 1980, pagg. 113 - 116, nota 4

P. SANTAMARIA Scheda OA, 1982, Archivio Soprintendenza B.S.A.E. L’Aquila

P. L. DE CASTRIS, La pittura del Cinquecento nell’Italia meridionale in La pittura in Italia. Il Cinquecento, Milano, 1988, pagg.509 – 514

R. DURIGON, Guida alle collezioni d’arte del Museo Nazionale d’Abruzzo: castello cinquecentesco, Cerchio(AQ), 1995, pagg. 74 – 75

A. ANGELINI, Pompeo Cesura tra Roma e L’Aquila, in “ Prospettiva” 98/99, pagg. 104 – 144

C. TROPEA, Guida alla visita dei Musei statali d’Abruzzo, Teramo, 2000, pag. 83

L. MONINI, ad vocem in Gente d’Abruzzo Dizionario biografico a cura di E. Di Carlo,  vol. II, Andromeda editrice, 2006,  pag. 208 - 209

M. LEONETTI, Giovanni Paolo Cardone in L’arte aquilana del rinascimento a cura di M. Maccherini, Edizioni L’Una, 2010, pag. 218

L. ARBACE, I. DI NARDO, L’arte in Abruzzo al tempo di Margherita d’Austria, allegato al n.99 della rivista  D’Abruzzo, autunno 2012, pag. VIII e XIII

C. DALIA, Il restauro del dipinto ad olio su tela  di G. P. Cardone raffigurante la resurrezione di Cristo in Catalogo XX Salone del restauro e della Conservazione dei Beni Culturali e Ambientali(Ferrara 20 – 23 marzo 2013), pag. 118

A. LOPARDI, Scheda in La bellezza inquieta. Arte al tempo di Margherita d’Austria,a cura di L. Arbace, Allemandi editore 2013, pagg. 74 – 76

Commenti

Il dipinto è riferito a Cardone in un documento del 1574 citato da Leosini (1848). Insieme all'angelo annunziante, costituiva la decorazione della facciata interna delle ante dell'organo della chiesa di San Silvestro (all'esterno erano dipinti a tempera San Silvestro e San Biagio). Secondo il Cannatà (1980) Cardone si sforza di imitare il Cesura maturo riducendone lo stile complesso "ad una schematica composizione pseudomonumentale che si risolve in un gonfiore di carni e panneggi".