L'Annunciazione

L'annunciazione
Appartenenza oggetto
Proprio
Categoria
Dipinto
Nazione, Regione, Provincia
Italia
Citt�
L'Aquila
Luogo di conservazione
Museo Nazionale d'Abruzzo
Luogo di collocazione
Arte Sacra
Materia e tecnica
Olio su tela
Autore
Cesura Pompeo
Datazione
Sec. XVI
Provenienza
L'Aquila - Basilica di San Bernardino
Dimensioni
h. 340 cm, largh. 192 cm
Diritti oggetto digitale
PSAE AQ

Descrizione breve

In primo piano, accanto al cesto da lavoro, siede la Madonna, a destra è raffigurato l'Arcangelo; in alto la colomba e l'Eterno benedicente tra le nuvole. Sullo sfondo a sinistra si intravede un letto, la cui cortina è decorata con un rilievo raffigurante Mosè. Al centro alcuni gradini conducono ad una porta aperta su un paesaggio.

L'opera è attualmente presso l'Abbazia di Santo Spirito al Morrone, Località Badia, Sulmona (AQ)

Bibliografia

Inventario dei quadri che si conservano nel Palazzo Municipale di Aquila, s.d., n.206

AS. AQ Fondo Dragonetti De Torres Memorie artistiche1763 – 1831, B. 148, fasc. 2

A. LEOSINI, Monumenti storici artistici della città di L'Aquila, L'Aquila 1848, pag. 217

A. SIGNORINI, L'archeologo nell'Abruzzo Ulteriore Secondo, L'Aquila 1848, pag. 221, nota 1

T. BONANNI, Guida storica dell'Aquila e suoi contorni, L'Aquila 1874, pag. 53

M.O. BONAFEDE, Guida della città di Aquila, L'Aquila 1888, pag. 134

L. RIVERA, Raffaello e varie memorie attinenti all'Abruzzo e a Roma, in "Bullettino della Regia Deputazione di Storia Patria", XI - XIII, 1920 - 22, pag. 82

M.R. GABRIELLI, Inventario degli oggetti d'arte in Italia, IV, provincia di Aquila, Roma 1934, pag. 17

M. MORETTI, Museo Nazionale d'Abruzzo nel Castello Cinquecentesco dell'Aquila, L'Aquila 1968, pag. 146

M. MORETTI, Guida al Castello Cinquecentesco e al Museo Nazionale d'Abruzzo in L'Aquila, L'Aquila 1971, pag. 81

R. CANNATA', Un'"Annunciazione" giovanile di Giuseppe Valeriano, in "Ricerche di Storia dell'Arte", 10, 1980, pag. 113

R. CANNATA', Francesco da Montereale e la pittura a L’Aquila dalla fine del ‘400 alla prima metà del ‘500 in “Storia dell’arte”, 1981, pag. 73

C. TROPEA, Guida alla visita dei musei statali d’Abruzzo, Edigrafital, 2000, pag. 83

A. PETRACCIA, La pittura a L’Aquila 1560/1630, Tesi di Dottorato, Università degli Studi Roma Tre, Dipartimento Studi Storico Artistici, Scuola Dottorale in Culture della trasformazione della città e del territorio, Sez. Storia e Conservazione dell’oggetto d’arte e architettura, XXI ciclo, 2010

L. ARBACE, I. DI NARDO, L’arte in Abruzzo al tempo di Margherita d’Austria, allegato al n. 99 di D’Abruzzo, autunno 2012, pag. IV e X

A. PETRACCIA, scheda in La bellezza inquieta. Arte al tempo di Margherita d’Austria a cura di L. Arbace, Allemandi editore 2013, pagg. 62 – 63

 

Commenti

Si trovava nella sacrestia della chiesa di San Bernardino. Considerata dal Cannatà (1980) opera giovanile di Giuseppe Valeriano (1542-1606), precedente il suo trasferimento a Roma. L'opera sembra invece partecipare di quella cultura fiamminga ben rappresentata a L'Aquila nella seconda metà del XVI secolo.