Salita al Calvario

Il Calvario
Appartenenza oggetto
Proprio
Categoria
Dipinto
Nazione, Regione, Provincia
Italia
Citt�
L'Aquila
Luogo di conservazione
Museo Nazionale d'Abruzzo
Luogo di collocazione
Arte Sacra
Materia e tecnica
Dipinto ad olio su tela
Autore
Troylus Marianus
Datazione
Sec. XVI (seconda metà)
Provenienza
L'Aquila - Deposito permanente del Commendatore Marinelli
Dimensioni
212 x 287 cm.
Diritti oggetto digitale
PSAE AQ

Descrizione breve

Al centro è Cristo con una veste rosa, caduto sotto la croce e aiutato da due figure. A sinistra è il gruppo delle pie donne con la Madonna, con la veste azzurra cangiante in rosa, svenuta. A destra e a sinistra gruppi di cavalieri con aste, vessilli e trombe (quello in primo piano a destra ha il manto rosa cangiante in giallo). Sullo sfondo il Golgota con due croci. Ai lati dello stemma, in basso “S. Angelica Rosis – Troylus Marianus.F.”

Collocazione attuale: Sulmona (AQ), Abbazia di Santo Spirito al Morrone

Restauro: Programmazione ordinaria MIBACT. Ditta S.Pissagroia

 

Bibliografia

 

M. MORETTI, Museo Nazionale d'Abruzzo nel castello cinquecentesco dell'Aquila, L'Aquila 1968, pagg. 138-139

M. MORETTI, Guida al Castello Ciquecentesco ed al Museo Nazionale d'Abruzzo in L'Aquila, L'Aquila 1971, pag. 81

A. PETRACCIA, La pittura a L'Aquila 1560-1630, tesi di dottorato Università Roma tre, 2010, pag.224

M. MACCHERINI, Scheda in La bellezza inquieta. Arte al tempo di Margherita d’Austria a cura di L. Arbace, Allemandi editore 2013, pagg.88 - 89

 

Commenti

Questo dipinto è stato ceduto al Museo dal Comm. Marinelli. Si tratta di un’opera eseguita da un pittore che si firma Troylus Marianus, altrimenti sconosciuto, per Angelica Rosis, parente forse di quel Giuseppe Rosis camerlengo che si recò a visitare Margherita d’Austria ad Ortona nel 1583. Le reminiscenze raffaellesche appaiono trasfuse, in questa tela, in uno stile provinciale che giustifica una datazione alla secondo metà del XVI secolo.