La Crocifissione

La crocifissione
Appartenenza oggetto
Proprio
Categoria
Dipinto
Nazione, Regione, Provincia
Italia
Citt�
L'Aquila
Luogo di conservazione
Museo Nazionale d'Abruzzo
Luogo di collocazione
Arte Sacra
Materia e tecnica
Olio su tela
Autore
Ignoto fiammingo
Datazione
Sec. XVI (ultimo quarto)
Provenienza
L'Aquila - Chiesa di Santa Apollonia
Dimensioni
h. 272 cm, largh. 181 cm
Diritti oggetto digitale
PSAE AQ

Descrizione breve

Sotto la croce che campeggia nella parte superiore del dipinto contro il cielo nuvoloso, è il gruppo delle pie donne: la Madonna giace distesa, svenuta, sulla destra è la Maddalena con una veste chiara a fiori rosa e azzurri. A sinistra, in secondo piano, alcune figure issano un'altra croce: più in fondo a destra l'altro ladrone viene inchiodato alla croce.

Collocazione attuale: Celano (AQ), Museo della Marsica, Castello Piccolomini.

Bibliografia

A. LEOSINI, Monumenti storici artistici della città di Aquila e suoi contorni, L'Aquila, 1848, p. 74.

A. SIGNORINI, L'archeologo nell'Abruzzo Ulteriore Secondo, L'Aquila 1848, p.187, nota 2.

A. SIGNORINI, La Diocesi di Aquila descritta ed illustrata, L'Aquila, 1868, II, p.194, nota 1.

T. BONANNI, Guida storica dell'Aquila e suoi contorni, L'Aquila, 1874, p.73.V. BINDI, Artisti abruzzesi, Napoli 1883, p.92.

M. O. BONAFEDE, Guida della città dell'Aquila, L'Aquila, 1888, p.153.

U.THIEME-BECKER, Pompeo Cesura, in "Allgemeines Lexikon der bildenden Kunstler", VI, Leipzig 1912, p.317.L. RIVERA, Raffaello e varie memorie attinenti all'Abruzzo e a Roma, in "Bullettino della Regia Deputazione di Storia Patria", XI-XIII, 1920-22, p.294.

M.R. GABRIELLI, Inventario degli oggetti d'arte d'Italia, IV, Provincia di L'Aquila, L'Aquila 1934, p.14.

F.VERLENGIA, Pompeo Cesura, pittore del Cinquecento, Pescara 1958,p.6.

 

Commenti

Questa tela è ricordata dalla letteratura nella chiesa di Santa Apollonia (Leosini 1848; Signorini 1848, 1868; Bonanni 1874; Bindi 1883; Bonafede 1888; Thieme-Becker 1912; Rivera 1920-1922; Balzano 1924; Verlengia 1958) sull’altare sinistro (scheda 1928; Inventario 1934). E’ riferita tradizionalmente al Cesura. Questa attribuzione è stata respinta dal Bologna (scheda) e dal Moretti (1968, 1971) che l’ha accostata alla produzione fiamminga, avvicinandola ai modi di Rinaldo e datandola alla fine del XVI secolo. Il Moretti (1968) ha ricordato, a proposito della composizione, la Crocifissione di Tintoretto (1518-1594) del 1565 nella scuola di San Rocco a Venezia