Madonna in trono con il Bambino, Santa Rufina, Sant'Antonio Abate

Madonna con Bambino e Santi
Appartenenza oggetto
Proprio
Categoria
Dipinto
Nazione, Regione, Provincia
Italia
Citt�
L'Aquila
Luogo di conservazione
Museo Nazionale d'Abruzzo
Luogo di collocazione
Arte Sacra
Materia e tecnica
Tempera su tavola
Autore
Pietro Alamanno (Choetbei, oggi Furth bei Gottweig tra il 1430 e il 1440 — Ascoli Piceno 1498)
Datazione
1497
Provenienza
Ceseno fraz. di Valle Castellana (TE) - Chiesa di Santa Rufina
Dimensioni
127 x 62;140 x 41;139 x 41cm
Diritti oggetto digitale
PSAE AQ

Descrizione breve

Al centro è raffigurata la Madonna seduta in trono con il Bambino in piedi sul ginocchio destro. A sinistra S. Rufina con un libro e la palma del martirio, a destra S. Antonio abate con il bastone ed un libro.

Collocazione attuale: Mostra “ Dopo i restauri. Capolavori d’arte tra medioevo e rinascimento”  dal 25/07 al  30 /11/ 2013; Museo d’arte Sacra della Marsica, Celano(AQ) -  Castello Piccolomini


Restauro: Programmazione ordinaria MIBAC anno 2010 – Ditta Carnicelli – L’Aquila

Bibliografia

S. MATTIOLI, Opere del Crivelli e dell’Alemanno, in “Il Solco”, marzo  

1937, pag. 2

G. FABIANI, Ascoli nel Quattrocento, I, XV, Ascoli, 1951, pagg. 264, 373, note 15, 20
P. ZAMPETTI, Pittura nelle Marche. I Dalle origini al primo Rinascimento, Firenze 1988, pag. 329

F. BOLOGNA, Nota al Crivelli e all’Alamanno, in D. A. T. III, La valle dell’alto Vomano, 1991, pagg. 368, 370

C. TROPEA, Due trittici di C. Crivelli e di P. Alamanno, in D.A.T. III, La valle dell’alto Vomano, 1991, pagg. 353 – 365

C. TROPEA, Guida alla visita del musei statali d’Abruzzo, Edigrafital Teramo, 2000, pag. 66

S. PAPETTI – S. DI PROVVIDO, Pietro Alamanno Un pittore austriaco nella marca, Milano 2005, pagg. 182 - 185

L. ARBACE - D. FERRARA (a cura di), Il Rinascimento danzante. Michele Greco    da Valona e gli artisti dell’Adriatico tra Abruzzo e Molise, Allemandi editore , 2011, pag. 51

Commenti

Ultima opera eseguita dall'Alamanno, allo stesso autore appartiene il trittico proveniente da Collegrato.