Madonna con Bambino tra S. Giovanni Battista e S. Adamo; Cristo in pietà nella cuspide

Madonna in trono col Bambino
Appartenenza oggetto
Proprio
Categoria
Dipinto
Nazione, Regione, Provincia
Italia
Citt�
L'Aquila
Luogo di conservazione
Museo Nazionale d'Abruzzo
Luogo di collocazione
Arte Sacra
Materia e tecnica
Tempera su tavola
Autore
Michele Greco di Lavelona
Datazione
1505
Provenienza
Campobasso - Chiesa di Santa Maria dei Guglionesi
Dimensioni
h. 166 cm - largh. 152 cm
Diritti oggetto digitale
BSAE AQ

Descrizione breve

Nel pannello centrale è raffigurata la Madonna in trono col Bambino benedicente.A destra S.Adamo di Guglionesi,benedicente, in vesti sacerdotali con il ilbro in mano;a sinistra S.Giovanni Battista.Nella cuspide è la Pietà(Cristo morto sostenuto dalla Madonna e da S.Giovanni)tra i simboli della passione.In basso si legge l'iscrizione:OP(us). MICHAELIS. GRECI . DE / LAVELONA A . D . 1505.

Bibliografia

G. MATTHIAE, Il Castello dell'Aquila e il Museo Nazionale Abruzzese, Roma 1959,pag.23
M. MORETTI, Il Museo Nazionale d'Abruzzo nel Castello cinquecentesco dell'Aquila, L'Aquila 1968, pag.76
M. MORETTI, Guida al Castello cinquecentesco dell'Aquila e al Museo Nazionale d'Abruzzo, L'Aquila 1971
O. LEHMANN-BROCKHAUS, Abruzzen und Molise, Munchen , 1983
L. MORTARI, Molise. Appunti per una storia dell’arte, Roma, 1984, pag.110
M. PASCULLI FERRARA,Un pittore di scuola dalmata tra L’Aquila e Guglionesi: Michele Greco da Valona, in “Atti del convegno di studi storici. L’Abruzzo e la repubblica di Ragusa tra il XIII e il XVII secolo, II, Ortona 1989, pagg.55-68
F. ABBATE, Storia dell’arte nell’Italia Meridionale. III Il cinquecento, Roma,2001, pag. 366
G. CIOFFARI - L. SORELLA, Sant’Adamo di Guglionesi Abate nel Monastero delle isole Tremiti. Aspetti storici, critici e cultuali dall’XI al XXI secolo, Campobasso, 2005, pag. 88
D. CATALANO, Michele Greco da Valona e la pittura postbizantina in Molise, in D. CATALANO,- D. FERRARA - F. VIGNONE, Rinascimento in Molise. Materiali per la ricerca e la valorizzazione, Palladino editore, 2010, pagg.13-18
D. FERRARA, Fra Oriente e Occidente: pittori e committenti del “Rinascimento adriatico”in Molise e sulla sponda italiana in D. CATALANO,- D. FERRARA - F. VIGNONE, Rinascimento in Molise. Materiali per la ricerca e la valorizzazione, Palladino editore, 2010, pagg. 46 - 47
L. ARBACE - D. FERRARA (a cura di), Il Rinascimento danzante. Michele Greco da Valona e gli artisti dell’Adriatico tra Abruzzo e Molise, Allemandi editore , 2011. pagg.78- 79

Commenti

Il trittico è firmato dal pittore Michele Greco di Lavelona(probabilmente l'antica Avlona,oggi Valona,sulla costa dell'Albania meridionale.Questo maestro, non altrimenti conosciuto,come è stato già notato dal Moretti(1968) è esponente delle botteghe greche che operarono lungo le coste adriatiche.Egli manifesta uno stile in cui convergono bizantinismi,filtrati presumibilmente atrraverso Venezia ed elementi crivelleschi provenienti dalla zona marchigiana.