Trinità, San Basilio e santi

Trinit? S. Basilio e Santi
Appartenenza oggetto
Proprio
Categoria
Dipinto
Nazione, Regione, Provincia
Italia
Citt�
L'Aquila
Luogo di conservazione
Museo Nazionale d'Abruzzo
Luogo di collocazione
Arte Sacra
Materia e tecnica
Olio su tela
Autore
De Mura Francesco
Datazione
Sec. XVIII
Provenienza
L'Aquila - Monastero di San Basilio
Dimensioni
h. 77 cm, largh. 56,5
Diritti oggetto digitale
PSAE AQ

Descrizione breve

In alto, sopra una nuvola, siede Gesù Cristo, seminudo con un drappo azzurro intorno ai fianchi; alla sua sinistra è raffigurata l'Eterno con il globo terrestre sormontato da una croce e la colomba delle Spirito Santo, affiancato da angeli che sorreggono la croce; sotto è un gruppo di santi e di monaci benedettini, tra i quali si distinguono San Basilio, con veste bianca e mantello giallo, che sostiene un libro aperto e una penna, e San Benedetto in piedi e con lo sguardo rivolto verso il cielo.

Bibliografia

Inventario manoscritto del Museo Diocesano, n. 41.

M.R. GABBRIELLI, Inventario degli oggetti d'arte d'Italia, IV, Provincia di L'Aquila, Roma 1934, p. 244.

Catalogo della mostra della pittura napoletana dei secoli XVII, XVIII, XIX, Napoli 1938, p. 332.

F. BOLOGNA, Francesco Solimena, Napoli 1958, p. 254.

 

 

M. MORETTI, Museo Nazionale d'Abruzzo nel castello cinquecentesco, L'Aquila 1968, p. 195.

Commenti

Il dipinto è il bozzetto preparatorio per la tela dipinta dallo stesso pittore e datata 1733, custodita nella chiesa di San Basilio a L'Aquila. Esposto nel 1938 alla mostra della pittura napoletana dei secoli XVII, XVIII e XIX con una attribuzione a Solimena, nel 1968 Moretti ha restituito il dipinto a De Mura. L'errata attribuzione è comunque indicativa del legame che quest'opera mostra con la pittura di Solimena, di cui De Mura fu allievo.