Madonna di Loreto con il Bambino ed ai lati San Giovanni Battista e San Massimo

Madonna di Loreto con il Bambino ed ai lati S. Giovanni Battista e S. Massimo
Appartenenza oggetto
Proprio
Categoria
Dipinto
Nazione, Regione, Provincia
Italia
Citt�
L'Aquila
Luogo di conservazione
Museo Nazionale d'Abruzzo
Luogo di collocazione
Arte Sacra
Materia e tecnica
Tempera su tela
Autore
Cesura Pompeo
Datazione
1571
Provenienza
L'Aquila - Chiesa di San Marciano (?)
Dimensioni
h. 133 cm, largh. 198 cm
Diritti oggetto digitale
PSAE AQ

Descrizione breve

La Madonna con il Bambino tra le braccia siede su una nube, sul tetto di una chiesa; a sinistra è il campanile. Ai lati sono San Giovanni Battista, a sinistra, avvolto nella pelle scura e nel mantello rosso, e San Massimo, con la tonaca damascata gialla. Sul cartiglio della croce del Battista si legge: ECCE AGNUS DEI.

L'opera è attualmente presso il Castello Piccolomini di Celano (AQ).

Restauro: Programma ordinario M.I.B.A.C. 2010 -  Ditta Carnicelli, L’Aquila


Bibliografia

M. MORETTI, Museo Nazionale d'Abruzzo nel Castello Cinquecentesco dell'Aquila, L'Aquila 1968, pag. 143

M. MORETTI, Guida al castello cinquecentesco dell'Aquila. Museo Nazionale d'Abruzzo, L'Aquila 1971, pagg. 83 - 84

R. CANNATA', Un'"Annunciazione" giovanile di Giuseppe Valeriano, in "Ricerche di Storia dell'arte", 10, 1980, pagg. 113, 116, nota 7

C. TROPEA, Guida alla visita dei musei statali d’Abruzzo, Edigrafital, 2000, pag. 83

A. ANGELINI, Pompeo Cesura tra Roma e l’Aquila in “Prospettiva” 98 – 99, pag. 104 - 144

L. ARBACE, I. DI NARDO, L’arte in Abruzzo al tempo di Margherita d’Austria, allegato al n. 99 di D’Abruzzo, autunno 2012, pag. XI

L. ARBACE, schedain La bellezza inquieta. Arte al tempo di Margherita d’Austria a cura di L. Arbace, Allemandi editore 2013, pagg. 57 – 58  e pagg.125 – 126 scheda restauro

 

Commenti

Opera attribuita a Pompeo Cesura da Bologna e Moretti (tra il 1542 e il 1571), seguiti da Cannatà che la riferisce ad un periodo anteriore alla maturità di questo pittore, prima dei dipinti per la chiesa di San Bernardino, cioè prima del 1565, anno di datazione della Natività.