San Pardo

Santo Vescovo
Appartenenza oggetto
Proprio
Categoria
Scultura
Nazione, Regione, Provincia
Italia
Citt�
L'Aquila
Luogo di conservazione
Museo Nazionale d'Abruzzo
Luogo di collocazione
Arte Sacra
Materia e tecnica
Legno intagliato
Datazione
Sec. XV
Provenienza
Larino (CB) - Cattedrale dell'Assunta e San Pardo  - Visualizza sito
Dimensioni
h. cm 118
Diritti oggetto digitale
PSAE AQ

Descrizione breve

Il Santo barbato è rappresentato frontalmente con gli attributi vescovili (la mitra è perduta). Il piviale, sollevato dalle braccia, forma alcune pieghe ricorrenti sulle spalle e ricade al centro in un lungo lembo.

Bibliografia

M. MORETTI, Museo Nazionale d'Abruzzo nel Castello cinquecentesco dell'Aquila, L'Aquila 1968;
M. MORETTI, Guida al Castello cinquecentesco e al Museo Nazionale d'Abruzzo in L'Aquila, L'Aquila 1971.
Soprintendenza B.A.A.A.S. per l'Abruzzo, Tutela dei beni culturali in Abruzzo, L'Aquila 1983, pag.40.ci

Commenti

Questa scultura è stata recuperata dai depositi e pubblicata dal Moretti (1968 - 1971) come esempio arcaizzante, forse di scuola abruzzese, legata alla corrente napoletana del XIV sec. La Tamanti (1983) vi ravvisa "la stessa interpretazione provinciale di modelli colti napoletani" del S. Nicola di Bari nel Museo Diocesano di Chieti, opera databile intorno alla metà del XIV sec. per il suo lontano riferimento alle figure dei cortigiani del sepolcro di S. Maria d'Ungheria nella Chiesa di S. Maria Donnaregina a Napoli.