CIL IX 4196

CIL IX 4196
Appartenenza oggetto
Proprio
Categoria
Iscrizione commemorativa
Nazione, Regione, Provincia
Italia
Citt�
L'Aquila
Luogo di conservazione
Museo Nazionale d'Abruzzo
Luogo di collocazione
Archeologica
Materia e tecnica
Pietra
Autore
Provenienza
Amiternum
Diritti oggetto digitale
Soprintendenza PSAE AQ

Descrizione breve

L(ucius) IVLIVS POMPILIVS Lucio Giulio Pompilio

BETVLENVS APRONIANVS C(onsul) · I · Betuleno Afroniano, console per la prima volta,

BALNEAS · AMITERNINIS donò le terme ad Amiterno,

PATRIAE · SVAE · DEDIT sua patria

Commenti

Lastra in pietra con timpano decorato da una corona d’alloro stilizzata.
L’iscrizione può essere datata al III sec.d.C.

L’iscrizione funeraria, proveniente da Amiternum, commemora il senatore L. Iulius Pompilius Betulenus Apronianus che fece costruire ad Amiternum balneas.

r 1: Il gentilizio Iulius è molto diffuso ad Amiternum e risulta documentato a partire dalla seconda metà del I sec.a.C. Molti liberti, ricordati con tale gentilizio, sono ricollegabili al cavaliere C. Iulius Celsus che svolse una brillante carriera sotto Adriano e Antonino Pio (II d.C.). La famiglia degli Iulii Pompilii sembra essere di origine asiatica[1], ma il gentilizio Betulenus[2] che accompagna la formula onomastica ha diffusione tipicamente locale. [3].

I Betuleni, forse collegabili ai Vetuleni, personaggi di rango senatorio di origine sabina, avevano proprietà terriere ad Amiternum. Il gentilizio compare anche in CIL IX 4513.



[1] M. Torelli, in E.O.S. II, p.193 sg.
[2] Segenni 1990, p.47.
[3] S. Segenni, I liberti ad Amiternum, Pisa 1990, p.37.