CIL IX, 4399

sallio Proculo
Appartenenza oggetto
Proprio
Categoria
Iscrizione commemorativa
Nazione, Regione, Provincia
Italia
Citt�
L'Aquila
Luogo di conservazione
Museo Nazionale d'Abruzzo
Luogo di collocazione
Archeologica
Materia e tecnica
Pietra
Autore
Provenienza
Foruli (Scoppito)
Dimensioni
cm. 71 x 90
Diritti oggetto digitale
Soprintendenza PSAE AQ

Descrizione breve

C(aio) SALLIO C(ai) F(ilio) A Caio Sallio Proculo, figlio di Caio

QUI(rina tribu) PROCULO della tribu Quirina

SACERDOTI LANUVI sacerdote dei Lanuvi,

NORUM IMMUNI PON pontefice immuno

TIFICI PATRONO CIVI patrono della città

TATIS AMITERNORUM amiternino

ITERNUM QQ(quinquennalis) SUMMO per cinque anni

MAGISTRO SEPTAQUIS sommo magistrato per settembre per i suoi

OB MERITA ET AMOREM meriti e per riconoscenza

EIUS VICANI FORULANI del suo vicus di Foruli

PATRONO BENEMERENTI al patrono meritevole

I(ure) D(icundo) D(ecreto) D(ecurionum) secondo il decreto dei Decurioni

Bibliografia

M. Buonocore 1998, pp. 612-613.

Commenti

Lastra in pietra (cm. 71 x 90) proveniente da FORULI.

E’ una dedica da parte dei cittadini di Foruli al loro concittadino, Sallio Proculo, magistrato meritevole.

r 1: C. Sallio Proculo è ricordato anche in CIL IX 4206.

r 8: magistro septem acquae...:Cicerone nell'epistola "ad Attico"  (4,15,5)  parla di un acquedotto con questo nome situato nel territorio reatino, non nell'amiternino.