Reliquiario a cofanetto

Appartenenza oggetto
Proprio
Categoria
Corredo liturgico
Nazione, Regione, Provincia
Italia
Citt�
L'Aquila
Luogo di conservazione
Museo Nazionale d'Abruzzo
Luogo di collocazione
Oreficeria e tessuti
Autore
Datazione
Sec. XV (metà)
Provenienza
Castelvecchio Subequo (AQ) - Chiesa di San Francesco
Dimensioni
h.21 cm, lungh.33 cm, largh.15 cm

Descrizione breve

Il cofanetto è citato nell’inventario degli oggetti d’arte della Provincia dell’Aquila come cassettina nuziale, ma utilizzato come contenitore di reliquie. Presenta una decorazione di lamine d’osso a bassorilievo. La vicenda raffigurata non ha connotazioni tali da poter essere riferita a un ciclo narrativo, ma sembrerebbe piuttosto un episodio di vita cortese. Nelle 19 tesserine sono raffigurati dame e cavalieri a gruppi di due, tre o più persone, con cenni di paesaggio e, nei due spicchi centrali del fronte, due paggi, uno con un cesto e l’altro con un falcone. Sono visibili modeste tracce di colore nei dettagli delle varie scene e nelle colonnine tortili poste a rifinire gli spigoli verticali. Il coperchio, a piramide tronca, è decorato alla base da una cornice con due figurine alate affrontate, interpretate come angeli librati in volo. Il resto del rivestimento del coperchio è mancante, così come le cornici di rifinitura.

 

 

Bibliografia

M. R. Gabrielli, Inventario degli oggetti, ecc., Roma 1934, pp.129-130.

G. Matthiae, Il Castello dell'Aquila, ecc., Roma 1959, pag.16.

M. Moretti, Il Museo Nazionale d'Abruzzo nel Castello Cinquecentesco dell'Aquila, L'Aquila 1968, pag.29.

Commenti

Il cofanetto, che evidenzia alte qualità compositive, si ricollega ad altre opere simili, collocabili all’interno dell’ampia produzione eburnea quattrocentesca dell’Italia settentrionale, collegabile alle opere appartenenti alle botteghe genovesi degli Embriochi. L'opera è databile intorno alla metà del secolo XV.