Presepe

Presepe
Appartenenza oggetto
Proprio
Categoria
Scultura
Nazione, Regione, Provincia
Italia
Citt�
L'Aquila
Luogo di conservazione
Museo Nazionale d'Abruzzo
Luogo di collocazione
Arte Sacra
Materia e tecnica
Terracotta policroma
Datazione
Sec. XV (fine) - Sec. XVI (inizi)
Provenienza
Tione degli Abruzzi (AQ) - Chiesa di Santa Maria del Ponte
Dimensioni
h. 110 cm
Diritti oggetto digitale
PSAE AQ

Descrizione breve

Il gruppo scultoreo è composto dalla Madonna inginocchiata, avvolta da un pesante panneggio, solcato da pieghe profonde, dal San Giuseppe, inginocchiato anch'egli, e dal Bambino, un tempo sdraiato nella mangiatoia oggi scomparsa, posto tra di loro a terra. Le terracotte sono caratterizzate da una soda volumetria e da un solido plasticismo, ammorbidito però dalle dolci modulazioni pittoriche visibili soprattutto nel volto della Madonna.

Bibliografia

I. C. GAVINI, Sommario della storia della scultura in Abruzzo, Casalbordino 1932, p. 18;
V. MARIANI, Un capolavoro di plastica abruzzese, in "Vita artistica" III, 1932, 1, pp. 22-32;
M. R. GABBRIELLI, Inventario degli oggetti d'arte d'Italia, IV, Prov. di L'Aquila, Roma 1934, p. 145;
G. MATTHIAE, Il Castello dell'Aquila ed il Museo Nazionale d'Abruzzo, Roma 1959, p. 21; 
M. MORETTI, Museo Nazionale d'Abruzzo, L'Aquila 1968, p.66;
M. ROTILI, L'arte del Cinquecento nel Regno di Napoli, Napoli 1972 (2° edizione Napoli 1976), p. 109.

Commenti

Il Moretti (1968) confutava la tradizionale attribuzione a Saturnino Gatti e riferiva l'opera ad uno scultore dell'area di Silvestro dell'Aquila. Sulla base di opere certe di Saturnino Gatti il gruppo scultoreo si può riferire ad un artista abruzzese gravitante nella sua cerchia tra la fine del XV e gli inizi del XVI secolo.