San Flaviano

Appartenenza oggetto
Proprio
Categoria
Vetrata
Nazione, Regione, Provincia
Italia
Citt�
L'Aquila
Luogo di conservazione
Museo Nazionale d'Abruzzo
Luogo di collocazione
Arte Sacra
Materia e tecnica
Vetri policromi dipinti a grisaille e legati in piombo
Datazione
Sec. XV (inizi)
Provenienza
L'Aquila - Chiesa di San Flaviano
Dimensioni
h. 61 cm, largh. 46 cm
Diritti oggetto digitale
PSAE AQ

Descrizione breve

Collocazione attuale:  Mus’è – Celano Paludi (AQ)

Entro una nicchia a fondo blu con colonnine ed arco gotico, è racchiusa la figura del Santo, raffigurata in piedi di prospetto e vestita di corta tunica verde con mantello e calze rossi e calzari viola. Il capo, cinto da aureola, ha lunghi capelli e barba grigi. La mano destra è sollevata e nella sinistra tiene la palma del martirio. La composizione si inserisce entro una cornice rettangolare da disegni di foglie e rosoncini.All'altezza della testa, in caratteri gotici, la scritta: S.FLAVIANUSLa vetrata è rilegata in piombo.

Bibliografia

G MANIERI, Inventario a mano del Museo civico aquilano del 1918, pag.16

M. R. GABBRIELLI, Inventario degli oggetti d’arte d’Italia, IV Provincia di Aquila, Roma 1934, pag. 61

G. MATTHIAE, Il Castello dell’Aquila e il Museo Nazionale abruzzese, Roma 1959, pag. 22

C. TROPEA, Guida alla visita dei Musei Statali d’Abruzzo, Teramo 2000, pagg. 63 - 64

S. PAONE, L’Aquila magnifica citade. Pittura gotica e tardogotica a L’Aquila e nel suo territorio, Roma 2009, pagg. 121 – 122..B.

Commenti

Raro esempio dell'arte vetraria policroma abruzzese della prima metà del XV sec. Secondo il Moretti (1968) sono evidenti analogie con gli affreschi di S.Maria del Piano a Loreto Aprutino e con altri simili esistenti nella Chiesa di S.Giusta a L'Aquila. Possibili accostamenti possono essere fatti anche con la pittura eucubina del '400 ed in particolare con l'arte di Ottaviano Nelli. Nell'opera sono ravvisabili i modi delle preziose miniature del Codice Acquaviva A.19 del Museo Capitolare di Atri.