San Giuseppe

San Giuseppe d'Arimatea
Appartenenza oggetto
Proprio
Categoria
Scultura
Nazione, Regione, Provincia
Italia
Citt�
L'Aquila
Luogo di conservazione
Museo Nazionale d'Abruzzo
Luogo di collocazione
Arte Sacra
Materia e tecnica
Legno intagliato e dipinto
Datazione
Sec. XV (fine)
Provenienza
San Buono (CH), Chiesa di San Lorenzo Martire
Dimensioni
h. 114 cm
Diritti oggetto digitale
PSAE AQ

Descrizione breve

La statua lignea rappresenta San Giuseppe d'Arimatea. Il santo è scolpito seduto, in posizione frontale ed in atteggiamento pensoso. La figura in origine faceva parte di un presepe.

Collocazione attuale: Museo d’arte Sacra della Marsica, Celano (AQ) -  Castello Piccolomini
Restauro: programmazione triennale fondi MIBAC 2008-2010- Ditta Praxis- Roma

Bibliografia

G. MATTHIAE, Il Castello dell'Aquila ed il Museo Nazionale Abruzzese, Roma 1959, p. 23;
M. MORETTI, Museo Nazionale d'Abruzzo, L'Aquila 1968, p. 138.
E. AMOROSI, San Giuseppe. Museo capitolare Atri in D.A.T.   Pescara, 2001, pagg. 359 - 360
L. ARBACE – D. FERRARA (a cura di ), Il Rinascimento danzante. Michele Greco da Valona e gli artisti dell’Adriatico tra Abruzzo e Molise, Allemandi editore , 2011, pag.46-47

Commenti

L'opera proviene dalla chiesa parrocchiale di Atessa come altri due pezzi presenti nella collezione del museo aquilano, una Madonna adorante il Bambino e uno Zampognaro. Dovevano essere statue appartenenti ad un presepio, ma date le dimensioni maggiori del San Giuseppe rispetto alle altre due, dovevano appartenere a gruppi differenti. Lo stile dell'opera conferma comunque l'appartenenza della statua alla stessa bottega dell'artista che scolpì anche le altre due, essendo evidenti anche in essa gli stessi caratteri franco-provenzali derivati dallo stile degli Alemanno, attivi in quell'anno prevalentemente a Napoli.