Deposizione con la Vergine, le Pie Donne, due devoti e San Benedetto

Deposizione con la Vergine e Santi
Appartenenza oggetto
Proprio
Categoria
Affresco
Nazione, Regione, Provincia
Italia
Citt�
L'Aquila
Luogo di conservazione
Museo Nazionale d'Abruzzo
Luogo di collocazione
Arte Sacra
Materia e tecnica
Affresco staccato
Datazione
Sec. XIII (seconda met
Provenienza
Caporciano (AQ) - Chiesa di San Pietro
Dimensioni
h.90 cm, largh.210 cm
Diritti oggetto digitale
PSAE AQ

Descrizione breve

L'affresco, assai lacunoso,raffigura sulla sinistra il Cristo morto su cui è riversa la Vergine dolente,le pie donne,una figura che potrebbe essere S.Giovanni ed un'altra (forse Nicodemo) che sostiene i piedi del Cristo;a Pietro d'Arimatea dovrebbe appartenere il braccio che sostiene la testa di Gesù.Sulla destra sono visibili la Vergine Regina,S.Benedetto e parte del volto di un Santo.

Collocazione attuale: Museo d’arte Sacra della Marsica, Celano(AQ) -  Castello Piccolomini

Bibliografia

G. CELIDONIO, La Diocesi di Valva e Sulmona, Casalbordino, 2009

N. PERSICHETTI, Amiterno, Caporciano, in "Notiziario storico-artistico", 1912

M. MORETTI, Architettura medievale abruzzese, Roma, 1971, pag. 297
G. MAGNANIMI, Ritrovamenti e restauri, Roma 1972, pagg. 16 - 19

V. PACE, Affreschi, in Aggiornamento a E. Bertaux, L’art dans l’Italie méridionale, Paris 1903, tomo IV, Roma, 1978, pag. 512

O. LEHEMANN – BROCKHAUS, Abruzzen und Molise, Munchen 1983, pag. 182

M. DELLA VALLE, La pittura nell’Abruzzo medievale tra occidente e Bisanzio, Milano 2003, pagg. 22 e seg.

M. DELLA VALLE, La pittura medievale abruzzese( V –XIII)e le sue componenti culturali, tesi di dottorato, X ciclo, a. a. 1998 – 99, pagg. 305 e seg.

M. L. FOBELLI, Circolazione artistica nel “Golfo di Venezia”: la croce in cristallo di rocca dl Museo Capitolare di Atri in L’Abruzzo in età angioina. Arte di frontiera tra medioevo e rinascimento a cura di D. Benati e A. Tomei, Silvana editoriale, Milano 2005, pag. 170

S. PAONE – A. TOMEI, La pittura medievale nell’Abruzzo aquilano, Silvana editoriale 2010, pagg. 16 - 17

Commenti

L'affresco proviene dalla chiesa di S.Pietro di Caporciano,molto prossima all'abbazia di S.Maria di Bominaco,di cui sicuramente condivise le sorti.La rappresentazione di S.Benedetto che mostra la regola,è particolarmente interessante e significativa poichè può essere interpretata come un'affermazione del potere benedettino.Il tema iconografico della Vergine Regina recante l'ampolla con il sangue di Cristo è molto diffuso negli avori francesi e inglesi del XIV secolo e permette di circoscrivere la datazione dell'opera tra il 1271 e il1294,periodo in cui le chiese di questo territorio furono sotto la protezione angioina.