Pianeta con stola e manipolo

Pianeta in lampasso a due lati in seta e argento, Sec. XVII
Appartenenza oggetto
Proprio
Categoria
Paramento liturgico
Nazione, Regione, Provincia
Italia
Citt�
L'Aquila
Luogo di conservazione
Museo Nazionale d'Abruzzo
Luogo di collocazione
Oreficeria e tessuti
Materia e tecnica
Lampasso a due lati in seta e argento
Autore
Datazione
Sec. XVII (metà)
Provenienza
L'Aquila - Museo Diocesano
Dimensioni
h. 108 cm, largh. 72 cm.
Diritti oggetto digitale
PSAE AQ

Descrizione breve

La pianeta è un modello dell'Italia settentrionale. Il modulo decorativo presenta una serie orizzontale di racemi recanti un fiore di loto e un lilium, collocata in posizione verticale sfalsata e con direzione opposta. Tra i fiori sono sparse piccole perle decorative. Questo modulo decorativo era comune anche a damaschi e velluti. Il fondo è di colore celeste, mentre il decoro è stato realizzato in bianco e argento. I galloni sono stati tessuti con seta gialla e filo dorato e presentano un motivo a denti di lupo. La fodera originale è una tela di lino azzurro alla quale è stata sovrapposta in alcuni punti una tela di grosso lino rosa. La tecnica tessile utilizzata per la realizzazione del paramento è un lampasso a due lati, con fondo in faglia e trama composta di una battuta azzurra, una bianca e una di lamina d'argento.

Bibliografia

D. Devoti, L'Arte del Tessuto in Europa,

AA.VV., Catalogo del Museo del Tessuto di Prato, Firenze 1975.

Commenti

Il tessuto presente sul paramento è identificabile con le cosiddette argentine, che furono un prodotto tessile molto pregiato e diffuso delle manifatture venete e fiorentine. Erano tessuti di grande finezza, in cui la ricchezza del materiale non appesantiva il modulo decorativo, ma al contrario conferiva al disegno delicatezza e un effetto di grande luminosità, con i motivi floreali che apparivano e scomparivano a seconda del drappeggio e delle luci. Il paramento, prodotto sicuramente in Italia settentrionale, è stato probabilmente importato o donato.